Pulire l’acciaio in modo naturale senza spendere soldi in detergenza? Che sia inox, satinato, macchiato, inossidabile o ossidato, la pulizia e la manutenzione dell’acciaio sono dei punti fondamentali da affrontare, prima o poi, per tutti coloro che, ovviamente, hanno una cucina professionale e conoscendo perfettamente i costi dei detergenti specifici, perché non risparmiare utilizzando tecniche fai da te? Lucidare e pulire l’acciaio grazie a dei rimedi naturali non è così difficile come si può pensare: è possibile, infatti, pulire le superfici in acciaio con delle soluzioni fai da te efficaci per far brillare il vostro acciaio senza aloni di alcun tipo, facendolo durare anche nel tempo. Ecco alcuni pratici e preziosi consigli su come pulire l’acciaio in modo naturale.

Pulire l’acciaio: cenere, acido citrico ed acqua

Così come per la pulizia dei gioielli e degli oggetti in argento, la cenere si rivela un ottimo alleato anche per la pulizia dell’acciaio: anche in questo caso, infatti, non è necessario ricorrere all'acquisto di prodotti dannosi per la salute e per l’ambiente che ci circonda, ma basta fare del riciclo responsabile di ciò che la natura ci offre. Tra le idee utili da potere mettere in pratica per pulire i materiali in acciaio della vostra cucina vi è, appunto, quella della cenere: se avete un forno pizza a legna non liberatevene, preparate una crema - la cosiddetta "lisciva" - per pulire le pentole, ad esempio, con 175 grammi di cenere di legna, 875 millilitri d’acqua e seguendo la procedura facilmente rintracciabile su Internet. Potete anche creare una sorta di detersivo fai da te con uno spruzzino e dell’acido citrico, che sostituirà in modo efficace il classico anticalcare per eliminare i residui su rubinetti: lasciate agire la soluzione fino a quando non vedrete il calcare andar via. Anche l'acqua del rubinetto arriva in aiuto: per eliminare le incrostazioni di cibo, potete riempire le pentole con acqua e versare un cucchiaio di sapone liquido ecologico da far riscaldare sul fornello per qualche minuto.

Pulire l’acciaio: bicarbonato e limone

Come si pulisce l’acciaio? Tra gli usi molteplici del bicarbonato di sodio, vi è anche quello della pulizia delle superfici in acciaio: versate in una pentola - da mettere sui fornelli per qualche minuto - un cucchiaio di bicarbonato di sodio, oppure preparate una crema pulente mescolando un cucchiaio di bicarbonato ed un cucchiaino di sapone liquido ecologico insieme a qualche goccia di acqua tiepida.

Infine, anche il limone - grazie al suo succo ed alla sua buccia - è un ottimo alleato per la pulizia e per lucidare l’acciaio inox, eliminando anche le macchie di acqua dalle superfici più difficili. Come? Spremetelo e potrete utilizzare la sua parte interna come una spugna da strofinare sulle superfici interessate o, in alternativa, passate una spugna e del succo di limone diluito in acqua.

Sconsigliamo, invece, di utilizzare la candeggina, perché potrebbe rendere opaco l’acciaio e macchiarlo, se questo accadesse, sarebbe impossibile riportarlo allo stato iniziale. Le macchie sull'acciaio provocate dalla candeggina non possono essere eliminate in nessun modo.

Consigliamo di evitare di pulire l’acciaio una volta ogni tot mesi, ma si procedere con una pulizia frequente in modo che questo rimanga sempre splendente e non abbia bisogno di trattamenti speciali.